domenica 8 novembre 2009

Strudel di mele

Strudel di meleLa ricetta del tradizionale dolce trentino, buono e profumato, adatto ad ogni occasione golosa.

Tempo di preparazione
2 ore

Difficoltà della ricetta

Ricetta Difficile (*)

Ingredienti
per la sfoglia
200 gr di farina 00
1 uovo
50 ml di acqua
3 cucchiai di olio
1 pizzico di sale

per il ripieno
650 gr di mele (da sbucciare)
50 gr di zucchero
100 gr di burro
70 gr di pangrattato
30 gr di uvetta
20 gr di pinoli
1 cucchiaino di cannella in polvere
50 ml di grappa
zucchero a velo q.b.

con le dosi di questa ricetta si ottengono due strudel da 6 porzioni ciascuno

Preparazione
Sbucciare le mele e affettarle sottilmente.
Metterele in una ciotola, aggiungere lo zucchero, la cannella e bagnare con la grappa.
Mescolare delicatamente e lasciare riposare per un'ora circa.

Mettere in ammollo l'uvetta in poca acqua tiepida.

Preparare la sfoglia: in una ciotola mettere la farina, il pizzico di sale, l'olio e l'uovo.
Iniziare a mescolare con una spatola e aggiungere di mano in mano l'acqua.
Quando l'impasto inizia a stare insieme, trasferirlo sulla spianatoia infarinata.
Impastare fino ad ottenere una consistenza liscia ed elastica.
Coprirlo con una ciotola rovesciata e lasciarlo riposare per una mezz'ora.

In una padella mettere il pangrattato con metà del burro, e farlo abbrustolire per una diecina di minuti fin a che non sarà ben dorato.

Ricavare la buccia del limone, tritandola poi molto finemente.

Dividere la sfoglia in due, e tirarla molto sottile. Farlo preferibilmente con le sole mani, altrimenti resterà troppo dura.
Tagliare i bordi laterali spessi della sfoglia e formare un rettangolo di circa 30 x 40 cm.
Fondere il resto del burro, e usarne una parte per ungere la sfoglia.
Disporre il pagrattato sino a coprire circa due terzi della superficie.

Disporre poi le mele scolate dal liquido, e sopra aggiungere l'uvetta strizzata, i pinoli e la buccia di limone.
Arrotolare il tutto delicatamente, rimboccando di mano in mano verso l'interno il bordo laterale.

Preparare nello stesso modo il secondo strudel.

Mettere gli strudel su una placca ricoperta di carta forno, e ungerli abbondantemente con il resto del burro fuso.

Infornare in forno già preriscaldato a 220 gradi e cuocere per 30 minuti: la superficie dovrà risultare ben dorata.
Lasciare intiepidire, quindi spolverare con abbondante zucchero a velo.

Servire tiepido, accompagnando con un ciuffo di panna montata.

Immagini


Note
(*) La principale difficoltà della ricetta consiste nello stendere la sfoglia utilizzando solamente le mani.
Anche arrotolare gli strudel richiede un po' di attenzione per non rischiare di rompere la sfoglia.

4 commenti:

LAURA ha detto...

che voglia! buonissimo, da provare. Ciao ciao

Raviolo Selvaggio ha detto...

Grazie, gentilissima!
In effetti è un grande classico che non sfigura mai.
A presto!

Anonimo ha detto...

bellissimo e buonissimo
io utilizzo il sistema del canovaccio pe stendere al apsta tirandola anche a un metro di lato posso così arrotolarla con tutto il ripieno senz< romperla e trasferirla in un colpo solo nella teglia
mi marito adora lo strudel am odia la pasta sfoglia con cui e fatto quasi sempre quello che si trova in giro....
frugiter

Raviolo Selvaggio ha detto...

Ho provato il sistema del canovaccio, anche per quello di melanzane, ma non mi trovo bene. Preferisco fare tutto con le mani.
In questo caso ne ho fatti due perchè più facili da maneggiare ed infilare in forno.
Grazie e a presto!